Discussion:
WinGRASS nativo: è proprio necessario?
(too old to reply)
unknown
2007-12-08 23:33:26 UTC
Permalink
GRASS sotto Cygwin funziona benissimo, e penso che le risorse che si
stanno impiegando per fare il porting di grass sotto windows potrebbero
essere impiegate più proficuamente per altri scopi.

Tra l'altro l'uso di cygwin ha il vantaggio di far conoscere
agli utenti mswindows la shell di bash, e quindi cominciare a prendere
confidenza con Linux.

Saluti,
Marco
unknown
2007-12-09 08:00:45 UTC
Permalink
Assolutamente necessario!
Pensa solo a tutti gli applicativi che vedono grass come una libreria
di calcolo piuttosto che in applicativo con interfaccia grafica.
JGrass può sfruttare la potenza di grass solo perché c'è la versione
nativa.

E poi le "cose" native per esperienza funzionano in modo più stabile.

Ricorda anche che tutti quelli che lavorano per scopi "apparentemente
inutili", perché "c'è già grass su Linux" in realtà hanno scopi ben
precisi e le energie che ci mettono sono ben pensate e ben riposte.

Andrea


On 12/9/07, Marco Curreli <marcocurreli at tiscali.it> wrote:
> GRASS sotto Cygwin funziona benissimo, e penso che le risorse che si
> stanno impiegando per fare il porting di grass sotto windows potrebbero
> essere impiegate più proficuamente per altri scopi.
>
> Tra l'altro l'uso di cygwin ha il vantaggio di far conoscere
> agli utenti mswindows la shell di bash, e quindi cominciare a prendere
> confidenza con Linux.
>
> Saluti,
> Marco
>
>
> _______________________________________________
> Prenota la tua maglietta GFOSS.it:
> http://wiki.gfoss.it/index.php/Gadgets
> Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
> Gfoss at faunalia.com
> http://www.faunalia.com/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
> le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
>
unknown
2007-12-09 08:25:09 UTC
Permalink
On Sun, Dec 09, 2007 at 12:33:26AM +0100, Marco Curreli wrote:
> Penso che le risorse che si
> stanno impiegando per fare * di grass potrebbero
> essere impiegate più proficuamente per altri scopi.
>

Mi sono preso la liberta' di modificare il quote in modo un po'
bastardo ;-)

--
Francesco P. Lovergine
unknown
2007-12-09 09:19:18 UTC
Permalink
On Dec 9, 2007 9:25 AM, Francesco P. Lovergine <frankie a debian.org> wrote:
> On Sun, Dec 09, 2007 at 12:33:26AM +0100, Marco Curreli wrote:
> > Penso che le risorse che si
> > stanno impiegando per fare * di grass potrebbero
> > essere impiegate più proficuamente per altri scopi.
> >
>
> Mi sono preso la liberta' di modificare il quote in modo un po'
> bastardo ;-)

Bravo :)
Cosa faresti allora?

Markus
unknown
2007-12-10 16:46:03 UTC
Permalink
On Sun, Dec 09, 2007 at 10:19:18AM +0100, Markus Neteler wrote:
> On Dec 9, 2007 9:25 AM, Francesco P. Lovergine <frankie a debian.org> wrote:
> > On Sun, Dec 09, 2007 at 12:33:26AM +0100, Marco Curreli wrote:
> > > Penso che le risorse che si
> > > stanno impiegando per fare * di grass potrebbero
> > > essere impiegate più proficuamente per altri scopi.
> > >
> >
> > Mi sono preso la liberta' di modificare il quote in modo un po'
> > bastardo ;-)
>
> Bravo :)
> Cosa faresti allora?
>
> Markus
>

E va beh che sei d'oltralpe, ma era chiaramente inteso in senso ironico :)

Ovviamente a tutti piacerebbe vedere investito il tempo dei developer
in quello che personalmente si ritiene utile, ma i developer pensano
sempre a conto proprio, ergo... A me personalmente garba poco che
ci si concentri sulle GUI che uso molto marginalmente, ma d'altro canto
dubito che chi ci lavora lavorerebbe su altro, per cui di fatto non cambia molto.

Mi piacerebbe molto che per grass si lavorasse sul core in modo
da realizzare un vero engine Gis a plugin utilizzabile in massa da progetti
terzi. E tuttavia molti non sono d'accordo nemmeno a stabilizzare
un set di librerie versionate, figuriamoci altro.

--
Francesco P. Lovergine
unknown
2007-12-10 21:43:48 UTC
Permalink
On Dec 10, 2007 5:46 PM, Francesco P. Lovergine <frankie a debian.org> wrote:
>
> On Sun, Dec 09, 2007 at 10:19:18AM +0100, Markus Neteler wrote:
> > On Dec 9, 2007 9:25 AM, Francesco P. Lovergine <frankie a debian.org> wrote:
> > > On Sun, Dec 09, 2007 at 12:33:26AM +0100, Marco Curreli wrote:
> > > > Penso che le risorse che si
> > > > stanno impiegando per fare * di grass potrebbero
> > > > essere impiegate più proficuamente per altri scopi.
> > > >
> > >
> > > Mi sono preso la liberta' di modificare il quote in modo un po'
> > > bastardo ;-)
> >
> > Bravo :)
> > Cosa faresti allora?
> >
> > Markus
> >
>
> E va beh che sei d'oltralpe, ma era chiaramente inteso in senso ironico :)

Ceto, ma c'e' sempre qualcosa da scoprire:

> Ovviamente a tutti piacerebbe vedere investito il tempo dei developer
> in quello che personalmente si ritiene utile, ma i developer pensano
> sempre a conto proprio, ergo... A me personalmente garba poco che
> ci si concentri sulle GUI che uso molto marginalmente, ma d'altro canto
> dubito che chi ci lavora lavorerebbe su altro, per cui di fatto non cambia molto.
>
> Mi piacerebbe molto che per grass si lavorasse sul core in modo
> da realizzare un vero engine Gis a plugin utilizzabile in massa da progetti
> terzi. E tuttavia molti non sono d'accordo nemmeno a stabilizzare
> un set di librerie versionate, figuriamoci altro.

Ecco: Abbiamo appena concluso la parte della migrazione da GRASS-CVS
su GRASS-SVN-OSGeo: allora, via libera per GRASS 7!

http://grass.gdf-hannover.de/wiki/GRASS_7_ideas_collection

ciao
Markus
unknown
2007-12-10 22:01:57 UTC
Permalink
Permettetemi questa intrusione temeraria: forse ciò che Francesco dice, se
da un lato è il punto di forza dell'OS (la libertà) dall'altra diventa
spesso il suo punto di debolezza (l'anarchia).

Personalmente desidererei una GUI per la gestione della topologia in fase di
editing, la gestione della vestizione cartografica e della simbologia come
trovo in certi sw proprietari, l'undo/redo durante l'editing, ecc., ma anche
un engine fatto da librerie ottimizzate per fare da server per il processing
distribuito... Vorrei, vorrei ma aspetto che uno sviluppatore abbia la
stessa esigenza (e non posso aspettare anni e dire di no ai lavori per
questo!) o investo soldi nello sviluppo. Purtroppo i soldi per pagare un
programmatore degno di questo nome non ce li ho...

Questo per dire cosa? Evviva il software libero, ma forse va meglio a chi è
già stato soddisfatto nelle proprie esigenze o a chi viene preso in
considerazione dagli sviluppatori. Per gli altri... aspetta e spera! Ci sono
richieste in wishlist da anni mai soddisfatte. Lo so che fa parte dle
modello di sviluppo...
Mi dirai che nel mondo proprietario le speranze di una wishlist sono negate
a priori. Ok, però sono soddisfatti molti più requisiti, anche senza un
ascolto esplicito "della base" (che comunque in altra veste c'è, sennò non
venderebbero, e si chiama "indagini di mercato").

Intendiamoci, vorrei che tutto fosse OS, sostengo a pieno il suo modello e
cerco di contribuire il più possibile (soprattutto sul WebGIS). Ma nel
settore dei GIS Desktop ancora i sw proprietari rispondono a necessità che
non trovo (e le ho cercate!) nei GIS Desktop FOSS.

Quindi che fa uno come me? Finché fa una tesi o si può permettere di star
dietro ai FOSS bene, ma poi nel lavoro quotidiano... mi tocca avere comunque
Arc...coso sul desktop. Ci sarà un perché? Libertà o anarchia?

Giovanni
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: http://www.faunalia.com/pipermail/gfoss/attachments/20071210/bdbcef7a/attachment.htm
unknown
2007-12-10 22:05:26 UTC
Permalink
Intendiamoci, niente flame e tutto il rispetto per chi, con competenza e
dedizione, lavora sodo per GFOSS!!! Scusate se posso apparire poco
delicato... lo faccio solo per smuovere dubbi che a volte mi sembrano
accomunare tante persone, e per conoscere altri punti di vista!

Giovanni

Il 10/12/07, G. Allegri <giohappy a gmail.com> ha scritto:
>
> Permettetemi questa intrusione temeraria: forse ciò che Francesco dice, se
> da un lato è il punto di forza dell'OS (la libertà) dall'altra diventa
> spesso il suo punto di debolezza (l'anarchia).
>
> Personalmente desidererei una GUI per la gestione della topologia in fase
> di editing, la gestione della vestizione cartografica e della simbologia
> come trovo in certi sw proprietari, l'undo/redo durante l'editing, ecc., ma
> anche un engine fatto da librerie ottimizzate per fare da server per il
> processing distribuito... Vorrei, vorrei ma aspetto che uno sviluppatore
> abbia la stessa esigenza (e non posso aspettare anni e dire di no ai lavori
> per questo!) o investo soldi nello sviluppo. Purtroppo i soldi per pagare un
> programmatore degno di questo nome non ce li ho...
>
> Questo per dire cosa? Evviva il software libero, ma forse va meglio a chi
> è già stato soddisfatto nelle proprie esigenze o a chi viene preso in
> considerazione dagli sviluppatori. Per gli altri... aspetta e spera! Ci sono
> richieste in wishlist da anni mai soddisfatte. Lo so che fa parte dle
> modello di sviluppo...
> Mi dirai che nel mondo proprietario le speranze di una wishlist sono
> negate a priori. Ok, però sono soddisfatti molti più requisiti, anche senza
> un ascolto esplicito "della base" (che comunque in altra veste c'è, sennò
> non venderebbero, e si chiama "indagini di mercato").
>
> Intendiamoci, vorrei che tutto fosse OS, sostengo a pieno il suo modello e
> cerco di contribuire il più possibile (soprattutto sul WebGIS). Ma nel
> settore dei GIS Desktop ancora i sw proprietari rispondono a necessità che
> non trovo (e le ho cercate!) nei GIS Desktop FOSS.
>
> Quindi che fa uno come me? Finché fa una tesi o si può permettere di star
> dietro ai FOSS bene, ma poi nel lavoro quotidiano... mi tocca avere comunque
> Arc...coso sul desktop. Ci sarà un perché? Libertà o anarchia?
>
> Giovanni
>
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: http://www.faunalia.com/pipermail/gfoss/attachments/20071210/9e892145/attachment.htm
unknown
2007-12-10 22:09:19 UTC
Permalink
ciao:

On Dec 10, 2007 11:01 PM, G. Allegri <giohappy a gmail.com> wrote:
...
> Intendiamoci, vorrei che tutto fosse OS, sostengo a pieno il suo modello e
> cerco di contribuire il più possibile (soprattutto sul WebGIS). Ma nel
> settore dei GIS Desktop ancora i sw proprietari rispondono a necessità che
> non trovo (e le ho cercate!) nei GIS Desktop FOSS.
>
> Quindi che fa uno come me? Finché fa una tesi o si può permettere di star
> dietro ai FOSS bene, ma poi nel lavoro quotidiano... mi tocca avere comunque
> Arc...coso sul desktop. ...

boh - a me non serve da > 7 anni. Non so cosa dirti... e credo che faccio
lavori abbastanza "pesanti"/"reali". MS-Windows ho tolto in 2001, poi
solo Linux.
Certo che sono strano :)

ciao
markus
unknown
2007-12-11 07:39:22 UTC
Permalink
Markus Neteler ha scritto:

> boh - a me non serve da > 7 anni. Non so cosa dirti... e credo che faccio
> lavori abbastanza "pesanti"/"reali". MS-Windows ho tolto in 2001, poi
> solo Linux.
> Certo che sono strano :)

Beh, saremo strani anche noi, ma non ne sentiamo la mancanza.
Altre note:
- non ricordo che nessuno abbia mai rivolto epiteti inguriosi (come
riferisci) verso il sw proprietario; a noi non piace e non lo usiamo,
perche' limita le nostre liberta', anche quella di farci business, e
quindi investiamo in questa direzione, tutto qui
- in UNIX (ancor prima che nel sw libero) non si pretende che un sw
faccia tutto: questo approccio puo' sembrare comodo, ma mostra presto i
suoi limiti. Per me l'elemento centrale e' il dato, poi se ci devo fare
una verifica topologica con OpenJump, un'intersezione con PostGIS ed
un'interpolazione con GRASS+R, a me va bene. Il coltello svizzero e'
un'idea simpatica, ma la cassetta degli attrezzi funziona meglio (magari
non te la puoi portare in tasca...).
Salutoni.
pc
--
Paolo Cavallini, see: http://www.faunalia.it/pc
unknown
2007-12-11 07:04:27 UTC
Permalink
Risposta a: < Paolo Cavallini>

> - in UNIX (ancor prima che nel sw libero) non si pretende che un sw
> faccia tutto: questo approccio puo' sembrare comodo, ma mostra presto i
> suoi limiti. Per me l'elemento centrale e' il dato, poi se ci devo fare
> una verifica topologica con OpenJump, un'intersezione con PostGIS ed
> un'interpolazione con GRASS+R, a me va bene. Il coltello svizzero e'
> un'idea simpatica, ma la cassetta degli attrezzi funziona meglio (magari
> non te la puoi portare in tasca...).

Magari hai ragione: ma se si auspica una maggior diffusione negli Enti
Pubblici (e sono in tanti che lo auspicano, sia nel mondo OS, che nella
stessa PA), occorre considerare le difficoltà di diversi operatori a
confrontarsi con strumenti differenziati, non sempre amichevolissimi, non
sempre perfettamente stabili.
E' chiaro che una rivisitazione di tali strumenti dovrebbe nascere da uno
sforzo congiunto di entrambe le componenti: la Comunità, che realizza,
implementa, verifica, integra... e la PA che chiede, sollecita, finanzia,
si converte al nuovo paradigma.

E dunque forse, in taluni casi, può darsi che la "cassetta degli attrezzi"
sia opportuno che non contenga "troppi attrezzi" ;)


Ciao,
Maurizio
unknown
2007-12-11 12:54:11 UTC
Permalink
> > - in UNIX (ancor prima che nel sw libero) non si pretende che un sw
> > faccia tutto: questo approccio puo' sembrare comodo, ma mostra presto i
> > suoi limiti. Per me l'elemento centrale e' il dato, poi se ci devo fare
> > una verifica topologica con OpenJump, un'intersezione con PostGIS ed
> > un'interpolazione con GRASS+R, a me va bene. Il coltello svizzero e'
> > un'idea simpatica, ma la cassetta degli attrezzi funziona meglio (magari
> > non te la puoi portare in tasca...).
>
> Può andare bene a molti utenti con una certa pratica nell'arte
informatica, il mio discorso era riferito all'utenza di massa, all'operatore
che ha bisogno di strumenti semplici e non può mettersi a scovare nella
"cassetta degli attrezzi", a chi si occupa professionalmente di produzione
cartografica (e che per ora non hanno strumenti OS abbastanza avanzati). Non
mi sto scagliando contro i gis foss "perché non sono come quelli
proprietari". Ci mancherebbe! Però Paolo, ognuno la pensa come vuole ed è
libero di dirlo, ma di epiteti verso l'Arc...coso ne sono stati lanciati
eccome, quando so che molti utenti OS (anche della ml) ancora lo usano
quotidianamente... Forse non è proprio tutta questa schifezza. E, IMHO, se
cerchiamo un dialogo a 360° con il mondo dei GIS, forse bisogna essere un
po' più diplomatici... Tutto qua.
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: http://www.faunalia.com/pipermail/gfoss/attachments/20071211/4beac12b/attachment.htm
unknown
2007-12-11 13:04:23 UTC
Permalink
G. Allegri wrote:
> Può andare bene a molti utenti con una certa pratica nell'arte
> informatica, il mio discorso era riferito all'utenza di massa,
> all'operatore che ha bisogno di strumenti semplici e non può mettersi
> a scovare nella "cassetta degli attrezzi", a chi si occupa
> professionalmente di produzione cartografica (e che per ora non hanno
> strumenti OS abbastanza avanzati). Non mi sto scagliando contro i gis
> foss "perché non sono come quelli proprietari". Ci mancherebbe! Però
> Paolo, ognuno la pensa come vuole ed è libero di dirlo, ma di epiteti
> verso l'Arc...coso ne sono stati lanciati eccome, quando so che molti
> utenti OS (anche della ml) ancora lo usano quotidianamente... Forse
> non è proprio tutta questa schifezza. E, IMHO, se cerchiamo un dialogo
> a 360° con il mondo dei GIS, forse bisogna essere un po' più
> diplomatici... Tutto qua.
Infatti in GRASS 6.3 c'è la nuova GUI, dedicata a loro :-)
unknown
2007-12-11 16:46:49 UTC
Permalink
Maurizio Trevisani ha scritto:

> E dunque forse, in taluni casi, può darsi che la "cassetta degli attrezzi"
> sia opportuno che non contenga "troppi attrezzi" ;)

Concordo pienamente: penso che si debba vedere il continuum delle
soluzioni, dal singolo _coso_ che fa abbastanza per l'utente "normale"
(qualunque cosa questo voglia dire) ad un numero crescente di strumenti
per utenti piu' esigenti e preparati.
La strada del singolo strumento che fa tutto per tutti e', IMHO, senza
uscita, perche' porta a programmi enormi, la cui complessita' e'
difficilmente gestibile, specialmente a livello di sviluppo.
La soluzione che vedo io e' nell'integrazione sempre piu' "liscia" fra i
vari strumenti, come ad es. accade con grass e qgis, o OpenOffice e
Postgresql.
Salutoni.
pc
--
Paolo Cavallini, see: http://www.faunalia.it/pc
unknown
2007-12-11 17:19:18 UTC
Permalink
2007/12/11, Paolo Cavallini <cavallini a faunalia.it>:

> La soluzione che vedo io e' nell'integrazione sempre piu' "liscia" fra i
> vari strumenti, come ad es. accade con grass e qgis, o OpenOffice e
> Postgresql.

Anche secondo me bisogna seguire questa strada...per esempio per la
vestizione cartografica sarebbe da vedere come e se è possibile
integrare Inkscape...

> Salutoni.
> pc
> --

Luca
unknown
2007-12-11 17:37:19 UTC
Permalink
Luca Delucchi ha scritto:

> vestizione cartografica sarebbe da vedere come e se è possibile
> integrare Inkscape...

Appunto, la questione e' l'integrazione. Anche nel sw proprietario, chi
fa cartografia davvero mi dice che comunque il passaggio da un sw di
grafica e' indispensabile per avere un risultato professionale.
pc
--
Paolo Cavallini, see: http://www.faunalia.it/pc
unknown
2007-12-11 17:45:46 UTC
Permalink
IMHO, si può passare anche tramite un altro software (es. talvolta in ambito
proprietario ci si appoggia a freehand), ma la simbologia è completamente
gestita dentro il gis. Al massimo si tratta di ritoccare la legenda o
l'impaginazione...

Se Grass (/Qgis) investisse un po' di più nella gestione della simbologia,
acquisterebbe una bella fetta di utenza.

2007/12/11, Paolo Cavallini <cavallini a faunalia.it>:
>
> Luca Delucchi ha scritto:
>
> > vestizione cartografica sarebbe da vedere come e se è possibile
> > integrare Inkscape...
>
> Appunto, la questione e' l'integrazione. Anche nel sw proprietario, chi
> fa cartografia davvero mi dice che comunque il passaggio da un sw di
> grafica e' indispensabile per avere un risultato professionale.
> pc
> --
> Paolo Cavallini, see: http://www.faunalia.it/pc
>
> _______________________________________________
> Prenota la tua maglietta GFOSS.it:
> http://wiki.gfoss.it/index.php/Gadgets
> Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
> Gfoss a faunalia.com
> http://www.faunalia.com/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
> le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
>
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: http://www.faunalia.com/pipermail/gfoss/attachments/20071211/948add4d/attachment.htm
unknown
2007-12-10 22:22:32 UTC
Permalink
On Mon, Dec 10, 2007 at 11:01:57PM +0100, G. Allegri wrote:
> Permettetemi questa intrusione temeraria: forse ciò che Francesco dice, se
> da un lato è il punto di forza dell'OS (la libertà) dall'altra diventa
> spesso il suo punto di debolezza (l'anarchia).

L'anarchia e la liberta' vanno a braccetto.
E' il punto di forza del software libero.

La popolarita' del software libero ha generato dei
fraintendimenti, ed una strana frenesia per correre
dietro agli utenti...

Il software libero non e' necessariamente meglio di quello
proprietario dal punto di vista dell'immediata usabilita'.
E' meglio dal punto di vista della liberta' che hai di renderlo
usabile *per te* e/o per la *tua comunita'*.

Quando e' migliore dal punto di vista tecnico e' solo perche'
maggiori sono gli investimenti (tempo e denaro) che le persone
fanno su uno strumento condiviso, creando una comunita'.

My 2 cents..

--strk;
unknown
2007-12-10 22:34:59 UTC
Permalink
Markus, sono contento per te :-) E ti invidio anche un po'! Sicuramente sono
io un incapace (mancava come premessa!)
Allora ti intervisto (lo faccio veramente per capire, senza sarcasmo):

- Editing:
come fai (se ne hai bisogno) quando devi controllare la correttezza
topologica durante l'editing?
cosa fai quando commetti un errore (undo/redo)?
se hai un elenco di 100+ valori definiti a priori per gli attributi,
come fai a controllarne il corretto inserimento? Devi ogni volta andare
come si era definita quella cosa (es. una formazione geologica) e scirverla
ogni volta (un mio vecchio wish: possibilità di definire un set di valori
per gi attributi)

- Vestizione cartografica:
ammetti che la gestione delle simbologie è un po' carente... come lavori
te? A parte le varie soluzioni rocambelesche tramite sw esterni, tipo
Inkscape, come fai quando sono rischieste simbologie complesse e, magari,
codificate a priori (es. progetto CARG, Carta Geologica d'Italia)? Hai mai
avuto bisogno di salvare la simbologia di un progetto, per condividerla con
altri utenti?
e per la produzione di layout pronti per il plotter, anche in questo
caso tocca delegare a sw non-GIS.

- Lavorando su progetti grandi, hai mai avuto bisogno di gestire il
versioning multiutenza?

- Quanto ritieni importante, da 0 a 10, facilitare l' "accesso" a Grass per
utenti con competenze GIS di base? E' la stragnde maggioranza dell'utenza
GIS di oggi (PA, ditte di produzione cartografica, ecc.).

- Ritieni che la portabilità dei progetti realizzati in Grass sia
sufficientemente matura? Io vorrei qualcosa come il geodb di Esri... ma non
è una richiesta molto condivisa, mi sembra.

Queste sono solo alcune delle domande maturate dalla mia esperienza
quotidiana, e di altri colleghi.

Sono d'accordo con strk, ma allora evitiamo di dire che il sw proprietario è
"merda" (scusate il termine), perché sinceramente si passa agli occhi di
molti come una nicchia di gente fuori dal mondo... Ripeto, lunga vita ai
FOSS, avanti con tenacia... ma anche la giusta dose di umiltà che aiuta a
migliorare. :-) (lo dico anche per me!)

Giovanni

PS Scusate lo spirito ipercritico di queste email

2007/12/10, strk <strk a keybit.net>:
>
> On Mon, Dec 10, 2007 at 11:01:57PM +0100, G. Allegri wrote:
> > Permettetemi questa intrusione temeraria: forse ciò che Francesco dice,
> se
> > da un lato è il punto di forza dell'OS (la libertà) dall'altra diventa
> > spesso il suo punto di debolezza (l'anarchia).
>
> L'anarchia e la liberta' vanno a braccetto.
> E' il punto di forza del software libero.
>
> La popolarita' del software libero ha generato dei
> fraintendimenti, ed una strana frenesia per correre
> dietro agli utenti...
>
> Il software libero non e' necessariamente meglio di quello
> proprietario dal punto di vista dell'immediata usabilita'.
> E' meglio dal punto di vista della liberta' che hai di renderlo
> usabile *per te* e/o per la *tua comunita'*.
>
> Quando e' migliore dal punto di vista tecnico e' solo perche'
> maggiori sono gli investimenti (tempo e denaro) che le persone
> fanno su uno strumento condiviso, creando una comunita'.
>
> My 2 cents..
>
> --strk;
>
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: http://www.faunalia.com/pipermail/gfoss/attachments/20071210/8b3f944f/attachment-0001.htm
unknown
2007-12-10 23:10:59 UTC
Permalink
On Dec 10, 2007 11:34 PM, G. Allegri <giohappy a gmail.com> wrote:
> Markus, sono contento per te :-) E ti invidio anche un po'! Sicuramente sono
> io un incapace (mancava come premessa!)

Sicuramente non sei incapace.
Sicuramente non era facile in 2001 (ora sì).

> Allora ti intervisto (lo faccio veramente per capire, senza sarcasmo):
>
> - Editing:
> come fai (se ne hai bisogno) quando devi controllare la correttezza
> topologica durante l'editing?

v.digit in GRASS lo fa.
Il nuovo wxgrass digitizer lo fa.

> cosa fai quando commetti un errore (undo/redo)?

Undo in wxgrass-digitizer:
http://grass.gdf-hannover.de/wiki/WxPython-based_GUI_for_GRASS#Digitizer
-> fra poco

> se hai un elenco di 100+ valori definiti a priori per gli attributi,
> come fai a controllarne il corretto inserimento? Devi ogni volta andare
> come si era definita quella cosa (es. una formazione geologica) e scirverla
> ogni volta (un mio vecchio wish: possibilità di definire un set di valori
> per gi attributi)

Non so, ma mi sembra che SQL sia utile qua (ora troppo tardi per ragionare
bene).

> - Vestizione cartografica:
> ammetti che la gestione delle simbologie è un po' carente... come
> lavori te?

Non faccio cartografia :)

> A parte le varie soluzioni rocambelesche tramite sw esterni, tipo
> Inkscape, come fai quando sono rischieste simbologie complesse e, magari,
> codificate a priori (es. progetto CARG, Carta Geologica d'Italia)? Hai mai
> avuto bisogno di salvare la simbologia di un progetto, per condividerla con
> altri utenti?

Coming soon:
http://grass.gdf-hannover.de/wiki/WxPython-based_GUI_for_GRASS#Cartography:_GUI_front_end_for_ps.map
http://grass.gdf-hannover.de/wiki/GRASS_7_ideas_collection#New_display_architecture

> e per la produzione di layout pronti per il plotter, anche in questo
> caso tocca delegare a sw non-GIS.

vedi sopra. Templates sono previsti. Ora ps.map di GRASS
fa già un bel po'. Oppure GMT.

> - Lavorando su progetti grandi, hai mai avuto bisogno di gestire il
> versioning multiutenza?

Versioning di dati/mappe? Io no...

> - Quanto ritieni importante, da 0 a 10, facilitare l' "accesso" a Grass
> per utenti con competenze GIS di base? E' la stragnde maggioranza
> dell'utenza GIS di oggi (PA, ditte di produzione cartografica, ecc.).

10. Molto importante.

> - Ritieni che la portabilità dei progetti realizzati in Grass sia
> sufficientemente matura? Io vorrei qualcosa come il geodb di Esri... ma non
> è una richiesta molto condivisa, mi sembra.

Non conosco bene il geodb di Esri...

> Queste sono solo alcune delle domande maturate dalla mia esperienza
> quotidiana, e di altri colleghi.

Perfetto...

Grazie della intervista :) Come vedi, ci sono un sacco di cose che
vengono sviluppate da mesi e che saranno pronti nei prossimi mesi.

ciao
markus

> Sono d'accordo con strk, ma allora evitiamo di dire che il sw proprietario è
> "merda" (scusate il termine), perché sinceramente si passa agli occhi di
> molti come una nicchia di gente fuori dal mondo... Ripeto, lunga vita ai
> FOSS, avanti con tenacia... ma anche la giusta dose di umiltà che aiuta a
> migliorare. :-) (lo dico anche per me!)
>
> Giovanni
>
> PS Scusate lo spirito ipercritico di queste email

--
Open Source Geospatial Foundation
http://www.osgeo.org/
http://www.grassbook.org/
unknown
2007-12-10 23:22:16 UTC
Permalink
Grazie Markus, è stato un piacere! :-)

2007/12/11, Markus Neteler <neteler a osgeo.org>:
>
> On Dec 10, 2007 11:34 PM, G. Allegri <giohappy a gmail.com> wrote:
> > Markus, sono contento per te :-) E ti invidio anche un po'! Sicuramente
> sono
> > io un incapace (mancava come premessa!)
>
> Sicuramente non sei incapace.
> Sicuramente non era facile in 2001 (ora sì).
>
> > Allora ti intervisto (lo faccio veramente per capire, senza sarcasmo):
> >
> > - Editing:
> > come fai (se ne hai bisogno) quando devi controllare la correttezza
> > topologica durante l'editing?
>
> v.digit in GRASS lo fa.
> Il nuovo wxgrass digitizer lo fa.
>
> > cosa fai quando commetti un errore (undo/redo)?
>
> Undo in wxgrass-digitizer:
> http://grass.gdf-hannover.de/wiki/WxPython-based_GUI_for_GRASS#Digitizer
> -> fra poco
>
> > se hai un elenco di 100+ valori definiti a priori per gli
> attributi,
> > come fai a controllarne il corretto inserimento? Devi ogni volta andare
> > come si era definita quella cosa (es. una formazione geologica) e
> scirverla
> > ogni volta (un mio vecchio wish: possibilità di definire un set di
> valori
> > per gi attributi)
>
> Non so, ma mi sembra che SQL sia utile qua (ora troppo tardi per ragionare
> bene).
>
> > - Vestizione cartografica:
> > ammetti che la gestione delle simbologie è un po' carente... come
> > lavori te?
>
> Non faccio cartografia :)
>
> > A parte le varie soluzioni rocambelesche tramite sw esterni, tipo
> > Inkscape, come fai quando sono rischieste simbologie complesse e,
> magari,
> > codificate a priori (es. progetto CARG, Carta Geologica d'Italia)? Hai
> mai
> > avuto bisogno di salvare la simbologia di un progetto, per condividerla
> con
> > altri utenti?
>
> Coming soon:
>
> http://grass.gdf-hannover.de/wiki/WxPython-based_GUI_for_GRASS#Cartography:_GUI_front_end_for_ps.map
>
> http://grass.gdf-hannover.de/wiki/GRASS_7_ideas_collection#New_display_architecture
>
> > e per la produzione di layout pronti per il plotter, anche in
> questo
> > caso tocca delegare a sw non-GIS.
>
> vedi sopra. Templates sono previsti. Ora ps.map di GRASS
> fa già un bel po'. Oppure GMT.
>
> > - Lavorando su progetti grandi, hai mai avuto bisogno di gestire il
> > versioning multiutenza?
>
> Versioning di dati/mappe? Io no...
>
> > - Quanto ritieni importante, da 0 a 10, facilitare l' "accesso" a
> Grass
> > per utenti con competenze GIS di base? E' la stragnde maggioranza
> > dell'utenza GIS di oggi (PA, ditte di produzione cartografica, ecc.).
>
> 10. Molto importante.
>
> > - Ritieni che la portabilità dei progetti realizzati in Grass sia
> > sufficientemente matura? Io vorrei qualcosa come il geodb di Esri... ma
> non
> > è una richiesta molto condivisa, mi sembra.
>
> Non conosco bene il geodb di Esri...
>
> > Queste sono solo alcune delle domande maturate dalla mia esperienza
> > quotidiana, e di altri colleghi.
>
> Perfetto...
>
> Grazie della intervista :) Come vedi, ci sono un sacco di cose che
> vengono sviluppate da mesi e che saranno pronti nei prossimi mesi.
>
> ciao
> markus
>
> > Sono d'accordo con strk, ma allora evitiamo di dire che il sw
> proprietario è
> > "merda" (scusate il termine), perché sinceramente si passa agli occhi di
> > molti come una nicchia di gente fuori dal mondo... Ripeto, lunga vita ai
> > FOSS, avanti con tenacia... ma anche la giusta dose di umiltà che aiuta
> a
> > migliorare. :-) (lo dico anche per me!)
> >
> > Giovanni
> >
> > PS Scusate lo spirito ipercritico di queste email
>
> --
> Open Source Geospatial Foundation
> http://www.osgeo.org/
> http://www.grassbook.org/
>
> _______________________________________________
> Prenota la tua maglietta GFOSS.it:
> http://wiki.gfoss.it/index.php/Gadgets
> Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
> Gfoss a faunalia.com
> http://www.faunalia.com/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
> le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
>
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: http://www.faunalia.com/pipermail/gfoss/attachments/20071211/3232a1f9/attachment.htm
unknown
2007-12-11 00:06:01 UTC
Permalink
2007/12/11, Markus Neteler <neteler a osgeo.org>:

> Grazie della intervista :) Come vedi, ci sono un sacco di cose che
> vengono sviluppate da mesi e che saranno pronti nei prossimi mesi.
>

Molto interessante grazie.. :)

> ciao
> markus
>

Ciao
Luca
unknown
2007-12-11 00:15:10 UTC
Permalink
Sono molto contento di questo thread... l'ho trovato molto interessante. E'
vero, non bisogna ammalarsi di confronti, sennò diventa frsustrazione... E'
soltanto che in contesti dove quotidianamente mi confronto con l'uso di
funzionalità assenti nell'OS, a volte si genera stress! :-) (es. produzione
cartografica professionale)

>Sto iniziando a studiare seriamente python perché mi sembra il tramite
>più immediato per contribuire
>a molti applicativi OS (guarda il plugin di Qgis o la nuova interfaccia
>grafica di GRASS).

Anch'io Luca mi sto dedicando attivamente al Python... a partire dallo
studio di PyWPS :-) Vediamo se oltre a criticare sarò capace anche a
contribuire con qualche misera riga di codice!

Giova


Il 11/12/07, Luca Delucchi <lucadeluge a gmail.com> ha scritto:
>
> 2007/12/11, Markus Neteler <neteler a osgeo.org>:
>
> > Grazie della intervista :) Come vedi, ci sono un sacco di cose che
> > vengono sviluppate da mesi e che saranno pronti nei prossimi mesi.
> >
>
> Molto interessante grazie.. :)
>
> > ciao
> > markus
> >
>
> Ciao
> Luca
>
> _______________________________________________
> Prenota la tua maglietta GFOSS.it:
> http://wiki.gfoss.it/index.php/Gadgets
> Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
> Gfoss a faunalia.com
> http://www.faunalia.com/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
> le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
>
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: http://www.faunalia.com/pipermail/gfoss/attachments/20071211/c92b52ae/attachment-0001.htm
unknown
2007-12-11 00:04:42 UTC
Permalink
Ciao Giovanni,

G. Allegri ha scritto:
> Permettetemi questa intrusione temeraria: forse ciò che Francesco dice, se
> da un lato è il punto di forza dell'OS (la libertà) dall'altra diventa
> spesso il suo punto di debolezza (l'anarchia).
>
> Personalmente desidererei una GUI per la gestione della topologia in fase di
> editing, la gestione della vestizione cartografica e della simbologia come
> trovo in certi sw proprietari, l'undo/redo durante l'editing, ecc., ma anche
> un engine fatto da librerie ottimizzate per fare da server per il processing
> distribuito... Vorrei, vorrei ma aspetto che uno sviluppatore abbia la
> stessa esigenza (e non posso aspettare anni e dire di no ai lavori per
> questo!) o investo soldi nello sviluppo. Purtroppo i soldi per pagare un
> programmatore degno di questo nome non ce li ho...
>
C'è un altra possibilità che spesso la gente ignora: studiare e lavorare
per migliorare il software.
Sto iniziando a studiare seriamente python perché mi sembra il tramite
più immediato per contribuire
a molti applicativi OS (guarda il plugin di Qgis o la nuova interfaccia
grafica di GRASS).
> Questo per dire cosa? Evviva il software libero, ma forse va meglio a chi è
> già stato soddisfatto nelle proprie esigenze o a chi viene preso in
> considerazione dagli sviluppatori. Per gli altri... aspetta e spera! Ci sono
> richieste in wishlist da anni mai soddisfatte. Lo so che fa parte dle
> modello di sviluppo...Mi dirai che nel mondo proprietario le speranze di una wishlist sono negate
> a priori. Ok, però sono soddisfatti molti più requisiti, anche senza un
> ascolto esplicito "della base" (che comunque in altra veste c'è, sennò non
> venderebbero, e si chiama "indagini di mercato").
>
> Intendiamoci, vorrei che tutto fosse OS, sostengo a pieno il suo modello e
> cerco di contribuire il più possibile (soprattutto sul WebGIS). Ma nel
> settore dei GIS Desktop ancora i sw proprietari rispondono a necessità che
> non trovo (e le ho cercate!) nei GIS Desktop FOSS.
>

Sono d'accordo che sia produttivo il confronto con i software
proprietari, a patto però, che non
diventi una "malattia". Un po' come due negozi che vendono le stesse
cose nella stessa strada; pensa se ogni
secondo ognuno andasse a guardare come vende l'altro :D

> Quindi che fa uno come me? Finché fa una tesi o si può permettere di star
> dietro ai FOSS bene, ma poi nel lavoro quotidiano... mi tocca avere comunque
> Arc...coso sul desktop.
Qui il concetto è un altro.
Il lavoro siamo noi a sceglierlo..noi scegliamo il contesto, il prodotto
che vendiamo e come lo facciamo..e poi sai benissimo che ci
sono aziende che nel lavoro quotidiano non hanno nulla a che vedere con
gli Arc.

> Ci sarà un perché? Libertà o anarchia?
>
> Giovanni
>
"..so che la libertà ha un prezzo alto, alto quanto quello della
schiavitù. L'unica differenza è che si paga con piacere, e con un
sorriso... "
Paulo Coelho - Lo Zahir

A presto

Luca
unknown
2007-12-11 07:30:32 UTC
Permalink
Francesco P. Lovergine ha scritto:

> Mi piacerebbe molto che per grass si lavorasse sul core in modo
> da realizzare un vero engine Gis a plugin utilizzabile in massa da progetti
> terzi.

A me questa sembra un'idea *fondamentale*.
pc
--
Paolo Cavallini, see: http://www.faunalia.it/pc
unknown
2007-12-12 00:14:46 UTC
Permalink
Se siamo a chiedere a babbo natale, anche per me la struttura a engines
+ pluginz e' fondamentale.
e poi che giri in parallelo anche su multiprocessori e cluster che se no
continuiamo a veder fondere le CPU una alla volta o a frammentare gli
scripts.

viva babbo natale!!!

a proposito, Santa Markus, temo di fare pastrocchi ad aggiungere la
richesta del calcolo parallelo nel wiki; dove/come la metto?





Paolo Cavallini wrote:
> Francesco P. Lovergine ha scritto:
>
>
>> Mi piacerebbe molto che per grass si lavorasse sul core in modo
>> da realizzare un vero engine Gis a plugin utilizzabile in massa da progetti
>> terzi.
>>
>
> A me questa sembra un'idea *fondamentale*.
> pc
>
unknown
2007-12-12 05:43:10 UTC
Permalink
On 01:14 Wed 12 Dec , Lorenzo Becchi wrote:
> Se siamo a chiedere a babbo natale ...

anche un'integrazione con OSSIM

Ho provato lo script r.out.planet riportato nel wiki; mi sembra sia
l'unico caso di integrazione tra grass e ossim. Purtroppo nel wiki non
risulta in nessuna categoria, e quindi non è facile trovarlo.

Saluti,
Marco
unknown
2007-12-12 07:14:11 UTC
Permalink
On 12/12/07, Marco Curreli <marcocurreli a tiscali.it> wrote:
> On 01:14 Wed 12 Dec , Lorenzo Becchi wrote:
> > Se siamo a chiedere a babbo natale ...
>
> anche un'integrazione con OSSIM

... in che senso? Per fare...?

> Ho provato lo script r.out.planet riportato nel wiki; mi sembra sia
> l'unico caso di integrazione tra grass e ossim. Purtroppo nel wiki non
> risulta in nessuna categoria, e quindi non è facile trovarlo.

E' un Wiki - molto facile da sistemare problemi di questo
genere :)

ciao
Markus
unknown
2007-12-12 15:09:43 UTC
Permalink
On 08:14 Wed 12 Dec , Markus Neteler wrote:
> On 12/12/07, Marco Curreli <marcocurreli a tiscali.it> wrote:
> > anche un'integrazione con OSSIM
> ... in che senso? Per fare...?
per rettificare le immagini QickBird direttamente con grass

per curiosità: nel 2000 era stato annunciato un progetto per
l'integrazione fra grass e ossim, grass bridge to ossim (o qualcosa del
genere), ma non sono mai riuscito a trovare informazioni su tale
progetto.

Ciao,
Marco
unknown
2007-12-12 07:12:26 UTC
Permalink
On 12/12/07, Lorenzo Becchi <lorenzo a ominiverdi.com> wrote:
> Se siamo a chiedere a babbo natale, anche per me la struttura a engines
> + pluginz e' fondamentale.
> e poi che giri in parallelo anche su multiprocessori e cluster che se no
> continuiamo a veder fondere le CPU una alla volta o a frammentare gli
> scripts.

lo fa gia', almeno per una certa cetegoria di elaborazione:
http://grass.gdf-hannover.de/wiki/GRASS_and_Shell#Parallel_GRASS_jobs

> viva babbo natale!!!
>
> a proposito, Santa Markus, temo di fare pastrocchi ad aggiungere la
> richesta del calcolo parallelo nel wiki; dove/come la metto?

Qua (con attenzione pero', non solo "voglio questo"):
http://grass.gdf-hannover.de/wiki/GRASS_7_ideas_collection
http://grass.gdf-hannover.de/wiki/Replacement_raster_format

NB:
- esists gia' s.surf.rst parallelizato (MPI), bisogna integrarlo in v.surf.rst
- c'e' la libreria GPDE (GRASS partial differential equations Library) che
e' gia' parallelizato:
http://download.osgeo.org/grass/grass6_progman/gpdelib.html
bisgna solo *usarla* nei moduli... viene fra poco integrata con
http://download.osgeo.org/grass/grass6_progman/gmathlib.html
che facilita l'uso nei module.

Commenti sono benvenuti nella GRASS Developers mailing list.

ciao
Markus
unknown
2007-12-12 06:58:04 UTC
Permalink
On 12/11/07, Paolo Cavallini <cavallini a faunalia.it> wrote:
> Francesco P. Lovergine ha scritto:
>
> > Mi piacerebbe molto che per grass si lavorasse sul core in modo
> > da realizzare un vero engine Gis a plugin utilizzabile in massa da progetti
> > terzi.
>
> A me questa sembra un'idea *fondamentale*.

Certo - la idea del "GRASS GIS backbone", la prima volta
magari proposta in 2005. Stiamo lavorando su, in particolare
in GRASS 7 fra poco... contributi benvenuti,

ciao
markus
unknown
2007-12-12 07:08:08 UTC
Permalink
Markus Neteler wrote:
> Certo - la idea del "GRASS GIS backbone", la prima volta
> magari proposta in 2005. Stiamo lavorando su, in particolare
> in GRASS 7 fra poco... contributi benvenuti,
>
Spero che in GRASS 7 ci sarà la possibilità di far visualizzare le
immagini ECW senza bisogno di riconvertirli :-)
unknown
2007-12-12 07:16:29 UTC
Permalink
On 12/12/07, Luca Manganelli <luca_manganelli a comune.trento.it> wrote:
> Markus Neteler wrote:
> > Certo - la idea del "GRASS GIS backbone", la prima volta
> > magari proposta in 2005. Stiamo lavorando su, in particolare
> > in GRASS 7 fra poco... contributi benvenuti,
> >
> Spero che in GRASS 7 ci sarà la possibilità di far visualizzare le
> immagini ECW senza bisogno di riconvertirli :-)

L'idea c'e' da anni:

http://grass.gdf-hannover.de/wiki/GRASS_7_ideas_collection#Library
-> GRASS raster "live links" via GDAL

:)

ciao
markus
unknown
2007-12-09 09:17:55 UTC
Permalink
On Dec 9, 2007 12:33 AM, Marco Curreli <marcocurreli a tiscali.it> wrote:
> GRASS sotto Cygwin funziona benissimo, e penso che le risorse che si
> stanno impiegando per fare il porting di grass sotto windows potrebbero
> essere impiegate più proficuamente per altri scopi.

Credo di no :-) Ci sono motivi vari:

- GRASS sotto Cygwin è 10-30% più lento
- ci sono tanti che non vogliono installare Cygwin per vari motivi ma
che si aspettano un installer semplice (coming soon)
- gli sviluppatori fanno quello che vogliono fare - non si può semplicemente
assegnarli a qualcos'altro finché non gli paghi dalla tua tasca
- solo quando offri una versione nativa (qualsiasi piattaforma), altri
software possono collegarsi bene
- il lavoro per fare il codice sorgente portabile su Winzoz serve anche
per la portabilità su Solaris, MacOSX, che-so-io (cellulare?)

> Tra l'altro l'uso di cygwin ha il vantaggio di far conoscere
> agli utenti mswindows la shell di bash, e quindi cominciare a prendere
> confidenza con Linux.

D'accordo con questo. Ma ho imparato che hai più successo quando
dai gli strumenti vicino al user per interessarlo/la. Poi diventa curioso/a
per imparare di più e si "apre" per cose più avanzate.

Ciao
Markus
--
Open Source Geospatial Foundation
http://www.osgeo.org/
http://www.grassbook.org/
unknown
2007-12-09 10:12:01 UTC
Permalink
On Dec 9, 2007 11:05 AM, Andrea P. <cerebrogis a ipergeo.org> wrote:
> Non seguo questo sviluppo e non se so' praticamente niente.

Per saperne di più:
http://grass.gdf-hannover.de/wiki/WinGRASS_Current_Status

> Ma mi incuriosisce una cosa:
>
> Per arrivare a questo risultato viene fatto uso delle wxwin,

sì e no: sono due cose distinte.
Anche TclTk funziona su Winzoz.

> oppure si e' optato per una scrittura completamente autonoma dell'interfaccia grafica ?

No e sì:
- primo passo: far funzionare quello che c'è anche (!) su windows.
- secondo passo (ma anche in parallelo): sviluppo della nuova interfaccia
grafica che sarà portabile (sponsorizzato dalla FBK e dal Comune di Trento):
http://grass.gdf-hannover.de/wiki/WxPython-based_GUI_for_GRASS

ciao
Markus
unknown
2007-12-09 12:34:53 UTC
Permalink
On 10:17 Sun 09 Dec , Markus Neteler wrote:
> Credo di no :-) Ci sono motivi vari:
>
> - GRASS sotto Cygwin è 10-30% più lento
> - ci sono tanti che non vogliono installare Cygwin per vari motivi ma
> che si aspettano un installer semplice (coming soon)
> - gli sviluppatori fanno quello che vogliono fare - non si può semplicemente
> assegnarli a qualcos'altro finché non gli paghi dalla tua tasca
> - solo quando offri una versione nativa (qualsiasi piattaforma), altri
> software possono collegarsi bene
> - il lavoro per fare il codice sorgente portabile su Winzoz serve anche
> per la portabilità su Solaris, MacOSX, che-so-io (cellulare?)
>
Sei stato chiarissimo.

Ciao,
Marco
unknown
2007-12-09 13:16:48 UTC
Permalink
Markus Neteler ha scritto:
> On Dec 9, 2007 12:33 AM, Marco Curreli <marcocurreli a tiscali.it> wrote:
>> GRASS sotto Cygwin funziona benissimo, e penso che le risorse che si
>> stanno impiegando per fare il porting di grass sotto windows potrebbero
>> essere impiegate più proficuamente per altri scopi.
>
> Credo di no :-) Ci sono motivi vari:
>
> - GRASS sotto Cygwin è 10-30% più lento
> - ci sono tanti che non vogliono installare Cygwin per vari motivi ma
> che si aspettano un installer semplice (coming soon)

Verissimo. Vi cito GeoServer come ulteriore esempio,
l'installatore nativo per Windows è il pacchetto più scaricato
in assoluto.

> - gli sviluppatori fanno quello che vogliono fare - non si può semplicemente
> assegnarli a qualcos'altro finché non gli paghi dalla tua tasca

Ooh, finalmente la voce della ragione! :)
Markus++

Ciao
Andrea
unknown
2007-12-09 10:05:53 UTC
Permalink
Non seguo questo sviluppo e non se so' praticamente niente.

Ma mi incuriosisce una cosa:

Per arrivare a questo risultato viene fatto uso delle wxwin,
oppure si e' optato per una scrittura completamente autonoma dell'interfaccia grafica ?

Grazie,

Andrea.


On Sun, 9 Dec 2007 10:17:55 +0100, Markus Neteler wrote:

>On Dec 9, 2007 12:33 AM, Marco Curreli <marcocurreli at tiscali.it> wrote:
>> GRASS sotto Cygwin funziona benissimo, e penso che le risorse che si
>> stanno impiegando per fare il porting di grass sotto windows potrebbero
>> essere impiegate più proficuamente per altri scopi.

>Credo di no :-) Ci sono motivi vari:

>- GRASS sotto Cygwin è 10-30% più lento
>- ci sono tanti che non vogliono installare Cygwin per vari motivi ma
> che si aspettano un installer semplice (coming soon)
>- gli sviluppatori fanno quello che vogliono fare - non si può semplicemente
> assegnarli a qualcos'altro finché non gli paghi dalla tua tasca
>- solo quando offri una versione nativa (qualsiasi piattaforma), altri
> software possono collegarsi bene
>- il lavoro per fare il codice sorgente portabile su Winzoz serve anche
> per la portabilità su Solaris, MacOSX, che-so-io (cellulare?)

>> Tra l'altro l'uso di cygwin ha il vantaggio di far conoscere
>> agli utenti mswindows la shell di bash, e quindi cominciare a prendere
>> confidenza con Linux.

>D'accordo con questo. Ma ho imparato che hai più successo quando
>dai gli strumenti vicino al user per interessarlo/la. Poi diventa curioso/a
>per imparare di più e si "apre" per cose più avanzate.

>Ciao
>Markus
>--
>Open Source Geospatial Foundation
>http://www.osgeo.org/
>http://www.grassbook.org/

>_______________________________________________
>Prenota la tua maglietta GFOSS.it:
>http://wiki.gfoss.it/index.php/Gadgets
>Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
>Gfoss at faunalia.com
>http://www.faunalia.com/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
>Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
>I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
>le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
unknown
2007-12-09 10:46:34 UTC
Permalink
ok,

il link indicato chiarisce perfettamente .

grazie,
Andrea.

On Sun, 9 Dec 2007 11:12:01 +0100, Markus Neteler wrote:

>On Dec 9, 2007 11:05 AM, Andrea P. <cerebrogis at ipergeo.org> wrote:
>> Non seguo questo sviluppo e non se so' praticamente niente.

>Per saperne di più:
> http://grass.gdf-hannover.de/wiki/WinGRASS_Current_Status
unknown
2007-12-10 07:53:33 UTC
Permalink
Ciao,

non ho seguito per intero tutta la discussione su GRASS
ma sono d'accordo su chi spinge per grass nativo per win. Personalmente ho
visto che molti sono restii ad usare grass perchè viene associato a linux,
quindi complessità per l'installazione, tempo da dedicare...etcc... E spesso
è difficile spiegargli che vi sono versioni live di linux.. LIVE CHE? dal
vivo?
Se poi gli si dice che si può installare sotto cygwin...notte...
L'anno scorso ho frequentato un corso al centro CIRGEO (univ di PD) su grass
e ci hanno fornito un pacchetto pronto all'uso di grass e cygwin...facile
facile da usare...copiare in c:\ e stop!
Poco tempo fa sono andato sul link per il download dal sito di CIRGEO ma non
c'è più!
Io ne ho una copia, se qualcuno vuole metterci le mani mi faccia sapere
ciao

--
Andrea Rosina GEOL

http://www.ambientegis.com
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: http://www.faunalia.com/pipermail/gfoss/attachments/20071210/fbd6cd30/attachment.htm
unknown
2007-12-10 09:20:10 UTC
Permalink
Ciao Andrea,
potresti rendere in qualche modo disponibile il tuo grass+cygwin? Ho alcuni
colleghi che vorrebbero usare questa versione di grass. Se hai già un
pacchettino pronto all'uso... ne approfitterei :-)

Giovanni

2007/12/10, Andrea Rosina <bracc.rosina a gmail.com>:
>
> Ciao,
>
> non ho seguito per intero tutta la discussione su GRASS
> ma sono d'accordo su chi spinge per grass nativo per win. Personalmente ho
> visto che molti sono restii ad usare grass perchè viene associato a linux,
> quindi complessità per l'installazione, tempo da dedicare...etcc... E spesso
> è difficile spiegargli che vi sono versioni live di linux.. LIVE CHE? dal
> vivo?
> Se poi gli si dice che si può installare sotto cygwin...notte...
> L'anno scorso ho frequentato un corso al centro CIRGEO (univ di PD) su
> grass e ci hanno fornito un pacchetto pronto all'uso di grass e
> cygwin...facile facile da usare...copiare in c:\ e stop!
> Poco tempo fa sono andato sul link per il download dal sito di CIRGEO ma
> non c'è più!
> Io ne ho una copia, se qualcuno vuole metterci le mani mi faccia sapere
> ciao
>
> --
> Andrea Rosina GEOL
>
> http://www.ambientegis.com
>
> _______________________________________________
> Prenota la tua maglietta GFOSS.it:
> http://wiki.gfoss.it/index.php/Gadgets
> Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
> Gfoss a faunalia.com
> http://www.faunalia.com/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
> le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
>
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: http://www.faunalia.com/pipermail/gfoss/attachments/20071210/684aac84/attachment.htm
unknown
2007-12-10 11:26:46 UTC
Permalink
Esiste un server dove poter caricare il pacchetto?
compresso sono 190 mega cira...
le istruzioni le avevo scritte su questa pagina
http://geobracc.blogspot.com/2007_03_01_archive.html
ciao


2007/12/10, G. Allegri <giohappy a gmail.com>:
>
> Ciao Andrea,
> potresti rendere in qualche modo disponibile il tuo grass+cygwin? Ho
> alcuni colleghi che vorrebbero usare questa versione di grass. Se hai già un
> pacchettino pronto all'uso... ne approfitterei :-)
>
> Giovanni
>
> 2007/12/10, Andrea Rosina <bracc.rosina a gmail.com>:
> >
> > Ciao,
> >
> > non ho seguito per intero tutta la discussione su GRASS
> > ma sono d'accordo su chi spinge per grass nativo per win. Personalmente
> > ho visto che molti sono restii ad usare grass perchè viene associato a
> > linux, quindi complessità per l'installazione, tempo da dedicare...etcc... E
> > spesso è difficile spiegargli che vi sono versioni live di linux.. LIVE CHE?
> > dal vivo?
> > Se poi gli si dice che si può installare sotto cygwin...notte...
> > L'anno scorso ho frequentato un corso al centro CIRGEO (univ di PD) su
> > grass e ci hanno fornito un pacchetto pronto all'uso di grass e
> > cygwin...facile facile da usare...copiare in c:\ e stop!
> > Poco tempo fa sono andato sul link per il download dal sito di CIRGEO ma
> > non c'è più!
> > Io ne ho una copia, se qualcuno vuole metterci le mani mi faccia sapere
> > ciao
> >
> > --
> > Andrea Rosina GEOL
> >
> > http://www.ambientegis.com
> >
> > _______________________________________________
> > Prenota la tua maglietta GFOSS.it:
> > http://wiki.gfoss.it/index.php/Gadgets
> > Iscriviti all'associazione GFOSS.it:
> > http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
> > Gfoss a faunalia.com
> > http://www.faunalia.com/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> > Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> > I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
> > le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
> >
>
>


--
Andrea Rosina GEOL

http://www.ambientegis.com
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: http://www.faunalia.com/pipermail/gfoss/attachments/20071210/533d46bb/attachment.htm
Continue reading on narkive:
Loading...